Archivio notizie >
Effettivo del club
Attivitā del club
La storia del club di Carbonia
Contatta il club

Scarica l'opuscolo "Questo è il Rotary"
Questo č il Rotary!
.pdf, 509 kb


News > Archivio notizie > Trimestre Aprile-Giugno 2012
30 Giugno 2012
Passaggio della Campana
Sabato 30 Giugno presso la nuova sede del Club all’ Hotel Ristorante Tanit si è svolta l’annuale cerimonia del passaggio della Campana tra il Presidente 2011-2012 Aldo Atzeni ed il Presidente entrante Roberto Montorzi, 2012-2013.
Il presidente Aldo Atzeni dopo il saluto alle bandiere ed il benvenuto agli ospiti: l’Assistente del Governatore Gabriele Andria e gentile consorte, il Sindaco di Narcao On. Gianfranco Tunis e gentile consorte, il Presidente del Rotary Club Cagliari Michele Rossetti, il socio onorario Col. Giovanni Rossitto comandante del 1° Reggimento Corazzato del Centro di Addestramento di Teulada e di una numerosa presenza di soci e ospiti: ha esposto una relazione esaustiva sull’operato dell’anno trascorso.
A seguire della relazione consuntiva il presidente ha dato corso alla consegna dei riconoscimenti a coloro che con il loro operato si sono distinti nel corso dell’anno nella realizzazione dei progetti.
Onorificenza Paul Harris a
Sig. Luigi Lai
Imprenditore Concessionaria Marchi Automobilistici per la sua disponibilità e sensibilità nel contribuire ai progetti di Solidarietà promossi dal Club per il Territorio
Onorificenza Paul Harris a
Dott. Antonio Nurra
Consulente e Docente di Management

Per la volontaria prestazione professionale durante lo svolgimento delle sette giornate di formazione per il corso RYLA “Impresa Giovani”

Onorificenza Paul Harris a
Palo Amorino
Socio del Club

per la dedizione alle iniziative realizzate a favore delle “Nuove Generazioni” e per la personale realizzazione artistica di una scultura che il nostro Club in collaborazione con il Club di Cagliari ha donato al Comune di Narcao, la cui cerimonia di presentazione avverrà in occasione della “Festa del Minatore” del 07 luglio 2012 al Villaggio Minerario di Rosas

Targa di riconoscimento a
On. Gianfranco Tunis
Sindaco di Narcao

per la collaborazione dimostrata durante l’organizzazione e lo svolgimento del seminario
Eco Campus
promosso dai Club Rotary Carbonia, Cagliari e Iglesias dal 26 Maggio al 9 Giugno presso
il Villaggio Minerario di Rosas

Targa di riconoscimento a
Mario Figus
socio del Club di Cagliari
per l’eccellente lavoro di coordinamento nella organizzazione e realizzazione del seminario
Eco Campus

Targa di riconoscimento a

Sig.ra Anna Bovo

Proprietaria della sede storica del Club di Carbonia “Ristorante Bovo” che purtroppo ha dovuto chiudere per cessata attività

Targa di riconoscimento a
Sig. Sergio Bovo
Direttore della sede storica del Club di Carbonia
“Ristorante Bovo” ora chiuso per cessata attività
Dopo la consegna di riconoscimenti si è dato luogo alla cerimonia del passaggio del collare ed investitura del presidente entrante Roberto Montorzi.
Momento dell’investitura di Roberto Montorzi da parte di Aldo Atzeni
Momento dell’esposizione da parte del nuovo presidente Roberto Montorzi
della relazione programmatica per il nuovo anno rotariano
È stata una serata splendida, sotto tutti gli aspetti. La cerimonia ha visto la nutrita presenza di Soci e gentili Signore e Ospiti.
Il Club ringrazia Aldo e Pina per la loro fattiva attività e presenza nel Club ed auspica a Roberto e Frida un Buon Anno Rotariano.
 
26 Giugno 2012
Conferenza stampa di consuntivo fine anno rotariano 2011-12
Alle ore 19,30 presso la sede del Club alla presenza dei corrispondenti del Sulcis per le maggiori testate giornalistiche locali e regionali e di un folto pubblico il presidente Aldo Atzeni ha illustrato l’operato svolto dal Club su le tematiche importanti di Servizio che il Rotary ritiene fondamentali quali la “Azione Nuove Generazioni”, la “Azione Professionale” e la “Azione di Pubblico Interesse”.
Il presidente della Commissione Progetti, Giovanni Porro ha illustrato tutti i progetti realizzati dal Club nel corso dell’anno rotariano trascorso, il presidente Aldo Atzeni dopo aver illustrato il lavoro svolto dai progetti di Azione Professionale dedicati alla salute come lo “Screening patologie visive” e lo “Screening patologie dello scheletro e obesità” ha lasciato la parola al socio Giovanni Mezzena per l’illustrazione del nuovo progetto che assieme agli altri ha allargato il campo d’azione di servizio volontario a favore della salute delle Giovani Generazioni che questa volta è a favore dei bambini quale il progetto “Igiene Dentale”.
Al termine della conferenza stampa si è provveduto alla premiazione della migliore classificata ai Giochi matematici, organizzati dalla Università Bocconi di Milano, tra gli studenti delle Scuole Medie di 1° e 2° grado del Territorio, con la consegna di un attestato di riconoscimento e della borsa di studio da € 250,00 alla studentessa Anna Rita Alimonda.
Illustrazione dei Progetti effettuate nel corso dell’anno fatta da Giovanni Porro, Presidente della Commissione Progetti.
Relazione del socio Giovanni Mezzena del Progetto di “Igiene Dentale”.
Consegna attestato e Borsa di Studio in assegno da € 250,00 a Anna Rita Alimonda, quale migliore classificata ai giochi matematici per la categoria C L-1.
Anna Rita Alimonda dell’Istituto Tecnico Commerciale, Geometri e Liceo Tecnologico "G.M.ANGIOY" di Carbonia.

Fare clic qui per scaricare l'articolo sull'Unione Sarda del 28 giugno 2012.
 
26 Maggio al 9 Giugno 2012
Seminario Progetto Eco Campus presso il villaggio minerario Miniera di Rosas – Narcao

I Rotary Club di Cagliari, Carbonia ed Iglesias hanno promosso ed organizzato l’Eco Campus, che si è svolto, con la collaborazione dell’AEGEE Cagliari (filiale dell’Association des Etats Généreaux des Etudiants d'Europe) e del Rotaract Club di Cagliari, tra il Villaggio minerario di Rosas a Narcao e il Centro Italiano di Cultura del Carbone a Carbonia dal 26 maggio al 9 giugno.
Hanno contribuito al finanziamento del’iniziativa il Distretto 2080, la Provincia di Carbonia Iglesias, la Presidenza del Consiglio Regionale della Sardegna, il Comune di Narcao, il Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna e la Camera di Commercio di Cagliari; il Comune di Carbonia ha ospitato per due giornate il gruppo dei corsisti, mentre altri sponsor operativi come Salumitaliani S.r.l., Alice Surgelati S.r.l. e Nuova Special Car S.r.l. hanno collaborato per il migliore svolgimento dell’iniziativa.






L’EcoCampus è stato concepito come un percorso multidisciplinare Europeo di alta formazione sul tema del recupero e della riqualificazione dell’ingente patrimonio archeo-industriale minerario del Sulcis sul tema: Modelli e strategie multidisciplinari di riqualificazione ecosostenibile del patrimonio minerario del Sulcis Iglesiente”. Ventiquattro brillanti giovani professionisti di età compresa tra i 23 ed i 30 anni provenienti da ogni parte d’Italia e dal resto del mondo (tre giovani architetti erano cinesi) hanno trascorso un intenso periodo di lavoro ma anche di divertimento nel Villaggio Minerario di Rosas, ospitati in modo mirabile dall’Associazione Miniere di Rosas.


Fai clic per scaricare il poster

Momento di arrivo dei Corsisti nel piazzale del complesso Villaggio Minerario di Rosas



Cerimonia di presentazione con il benvenuto del Sindaco di Narcao On. Gianfranco Tunis, del nostro Presidente Aldo Atzeni e del Presidente del Rotary Club Cagliari Michele Rossetti
Il percorso didattico si è dipanato su tre percorsi tematici, che hanno costituito il filo conduttore dei vari seminari: l’ingegneria naturalistica, l’architettura del paesaggio e la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. Il percorso formativo è stato comune a tutti i partecipanti ed ha consentito loro di confrontarsi, di mettere a fattor comune le loro esperienze lavorative e formative e di sviluppare, sotto la guida dei docenti e dei tutor, schede progettuali ed elaborati di sicuro valore ed originalità sul tema della valorizzazione dei siti ex minerari.
Abbiamo verificato che il tema della valorizzazione delle risorse archeo-industriali minerarie è molto vivo nei vari paesi europei e che molti territori ex minerari hanno trovato nella valorizzazione a fini turistici e culturali del loro patrimonio di archeologia industriale una importante fonte di ricchezza, raggiungendo in alcuni casi di eccellenza ottimi numeri di presenze.

I seminari sui tre temi di studio, tenuti durante le varie mattinate mediante presentazioni multimediali dai docenti, tutti di assoluto valore, tra i quali segnaliamo: il prof. Angelo Aru, la prof. Ginevra Balletto, il prof. Giovanni Barrocu, il prof. Pasquale Mistretta, il prof. Gian Paolo Ritossa, il prof. Gaetano Ranieri, il Dr. Nino Granara, Commissario del Parco Geominerario della Sardegna, a cui va il nostro ringraziamento per la brillantezza delle loro esposizioni e per la disponibilità manifestata anche in fase di organizzazione del Campus.
Gli altri docenti sono stati: il Prof. Luis Placido Martins, direttore generale del Ministero dell’Energia e della Geologia del Governo del Portogallo, la D.ssa Helena Viegas, direttrice del Laboratorio Nacional de Energia e Geologia del Governo Portoghese, l’architetto Maguelonne Dejeant Pons, francese, direttrice della divisione patrimonio culturale pianificazione territoriale paesaggio e gestione territoriale del Consiglio d’Europa, il Professor Francesco Calzolaio, del Landscape Architecture Dept. Dell’Università del Minnesota (USA), il prof. Franco Mancuso dell’Università di Venezia, il Dr. Rainer Siotta, tedesco, direttore del Deutsches Bergbau Museum, l’Arch. Enrico Buergi, svizzero, Presidente della Conferenza degli Stati aderenti alla Convenzione Europea del Paesaggio, gli Architetti Maria Luisa Bellisario e Alessandra Fassio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, l’arch Maria Irene Cardillo, il Prof. Mario Grosso del Politecnico di Torino, i professori Gianluigi Bacchetta e Raimondo Ciccu, dell’Università di Cagliari, il Dr. Maurizio Costa della società Criteria S.r.l. leader in Sardegna nel campo dell’Ingegneria naturalistica, il Dr. Tommaso ROSSI presidente della SIMAM S.p.A. azienda leader in campo nazionale nel trattamento delle acque.
Ai seminari della mattina, tenutisi per 12 giorni al villaggio minerario di Rosas e per due giorni al Centro Italiano di Cultura del Carbone a Serbariu, si sono affiancati gli workshop di progettazione serali, in cui i giovani professionisti si sono confrontati con i tutor e gli stessi docenti, in vivaci e creativi momenti di riflessione e di progettazione. Un ringraziamento tutto particolare deve essere rivolto all’Arch. Maria Irene Cardillo, al Prof. Mario Grosso, all’arch. Giacomo Chiesa, al prof. Luis Martins ed alla d.ssa Helena Viegas per il prezioso coordinamento didattico degli workshop di progettazione.
Di particolare interesse sono stati i due giorni trascorsi a Serbariu, che si sono sviluppati contestualmente con l’undicesimo meeting del Consiglio d’Europa per l’implementazione della Convenzione Europea del Paesaggio. Gli workshop pomeridiani si sono svolti nelle aule dell’AUSI a Serbariu e sul campo consentendo ai giovani professionisti di effettuare sopralluoghi di lavoro presso la Grande Miniera di Serbariu e presso la vicina discarica, in cui dovrebbe sorgere l’Ecoparco.
L’ECOCAMPUS si collega strettamente al progetto “ECOPARCO” che, dopo la consegna al Comune di Carbonia delle idee progettuali scaturite dal Concorso di Idee organizzato dal nostro Club e dai Club di Carbonia ed Iglesias, si sta avviando verso la sua realizzazione, dato che, completato l’iter di caratterizzazione ambientale, le discariche minerarie sono state restituite al territorio.
Ricordiamo che l’Ecoparco, nell’idea dei nostri Club, dell’Amministrazione Provinciale di Carbonia Iglesias, dell’Amministrazione Comunale di Carbonia e del Parco Geominerario, Storico ed Ambientale della Sardegna, che l’hanno sposata e fatta propria, dovrà essere la sede di un Centro di Alta Formazione finalizzato allo studio ed alla sperimentazione di modelli multidisciplinari e nuove tecnologie finalizzati al recupero e valorizzazione del patrimonio archeo-industriale. L’ECOCAMPUS, pur nelle sue dimensioni temporali e numeriche ridotte, è stato dai nostri Club ideato come il primo germe del futuro Centro di Formazione.
I nostri giovani ospiti hanno certamente potuto apprezzare la bellezza dell’incontaminato scenario naturale in cui è inserito il villaggio di Rosas e l’altrettanto splendido panorama della costa del Sulcis che si gode dall’alto della discarica di Serbariu e, da quanto ci hanno detto al termine dell’EcoCampus, tornano a casa contagiati dal mal di Sardegna.
Ma il loro lavoro non è ancora finito. Infatti, gli elaborati grafici e le schede realizzate dai giovani professionisti sotto la guida dei docenti e dei tutor verranno successivamente completati e raccolti in una pubblicazione dal titolo MODELLI E STRATEGIE MULTIDISCIPLINARI DI RIQUALIFICAZIONE ECOSOSTENIBILE DEL PATRIMONIO MINERARIO DEL SULCIS IGLESIENTE.

Alcuni esempi di elaborati prodotti sullo studio di riqualificazione dell’area circostante alla Grande miniera di Serbariu a Carbonia.






La pubblicazione sarà articolata in due sezioni: una prima sezione in cui i docenti, in collaborazione tra loro, formuleranno un complesso di linee guida per la valorizzazione delle aree minerarie basate su alcuni capisaldi fondamentali: l’uso dei materiali naturali per la stabilizzazione dei pendii, la loro rivegetazione, l’utilizzo, dove possibile, della fitodepurazione per il risanamento delle acque superficiali e di falda, il rispetto e l’applicazione dei principi e delle linee guida della Convenzione Europea del Paesaggio, e, in ultimo, l’approccio alla musealizzazione di tale aree secondo le metodologie adottate per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali.
La seconda sezione si fonderà sul lavoro dei giovani professionisti che hanno partecipato al Campus, illustrato sotto forma di schede progettuali e di elaborati grafici, in cui si svilupperanno due case history: il percorso di valorizzazione del complesso grande miniera - discariche minerarie di Serbariu, fino alla realizzazione dell’Ecoparco ed ulteriori sviluppi della valorizzazione del villaggio minerario di Rosas, che troveranno il loro compendio nello sviluppo di un modello di messa in rete dei due siti. La pubblicazione verrà presentata in un convegno programmato per il prossimo inverno.
La ragione profonda per cui i nostri Club si sono impegnati nella realizzazione di questo progetto risiede nel fatto che l’eredità lasciata dall’attività mineraria è un patrimonio inalienabile della Sardegna, come riconosciuto dall’UNESCO, ed i nostri Club vogliono dare il loro contributo, perché questo patrimonio venga trasmesso alle giovani generazioni non come lo scomodo residuo di un passato lontano ed irripetibile, ma come una civiltà, un’identità, ed una fondamentale fonte di sviluppo per il territorio.
L’eredità materiale ed immateriale che ci viene tramandata è una risorsa che la nostra terra non può trascurare e lasciar decadere. Inoltre, è proprio la cultura mineraria per il suo stretto rapporto con l’ambiente e con il trattamento dei materiali la base da cui si può far nascere una nuova cultura della tutela ambientale, basata sul recupero e sul riciclaggio dei materiali abbandonati.
Il Campus si è concluso con una manifestazione musicale offerta dal Comune di Narcao dove si è colto l’occasione per presentare sul palco allestito per l’occasione nel piazzale del villaggio i corsisti con la consegna a ciascuno degli attestati di partecipazione.
Nel corso dei 14 giornate il gruppo dei corsisti sono sati ospiti per una serata dei Club organizzatori dove hanno interloquito con i soci raccontando le loro esperienze e stretto rapporti di amicizia nel corso della conviviale.

Ospiti presso il nostro Club

Ospiti presso il Club di Cagliari

Sono stati di prezioso aiuto per la nostra iniziartiva, il Governatore del Distretto Rotary International 2080 Daniela Tranquilli, che ci ha fatto pervenire lungo tutto lo sviluppo del progetto il suo sostegno, i ragazzi dell’AEGEE, colonne dell’organizzazione del Campus, i ragazzi del Rotaract Club di Cagliari.
Cliccare qui per scaricare l'articolo sull'Unione Sarda del 23 maggio 2012 (.pdf, 48 kb)
Cliccare qui per scaricare l'articolo sull'Unione Sarda del 28 maggio 2012 (.pdf, 48 kb)
 
29 Maggio 2012
Presentazione nuovo socio
Nel corso della conviviale in onore ai partecipanti all’Eco-Campus presso la nostra sede si è provveduto alla cerimonia di presentazione del nuovo socio Paolo Luigi Dessì, dirigente bancario dell’Agenzia del Banco di Sardegna di Sant’Anna Arresi nonché sindaco del Comune stesso e Consigliere della Regione Sardegna.
Presente alla cerimonia l’assistente del Governatore Gabriele Andria.
Presentazione del nuovo socio da parte del padrino Francesco Auteri.
Il momento della consegna del distintivo da parte del Presidente e l’Assistente del Governatore.
 
Sito creato da Anakina Web Questo è il Rotary! Scarica il pdf informativo Torna all'homepage